Apr 06

Fabrizio Politi e la nuova concezione dell’economia sociale

L’economia è un fenomeno sempre presente nelle nostre vite per molteplici ragioni. Possiamo essere dei semplici consumatori, fornitori, investitori ecc.

Fabrizio Politi nacque a Livorno nel 1973, durante la sua vita l’economia l’ha interessato senza alcun dubbio, ma per molti anni ha ricoperto un ruolo secondario nel campo economico.

Ha dedicato la sua vita principalmente nella ideazione, creazione e fabbricazione di yacht molto lussuosi che risultavano di conseguenza accessibili solo per pochissime persone che effettivamente avevano innanzitutto  l’interesse e in secondo luogo le disponibilità finanziare nell’acquistarli.

Tutto questo è servito al noto imprenditore per avere delle conoscenze riguardante sia il sistema finanziario sia quello relativo al sistema capitalistico.

Fabrizio Politi era convinto che solo immedesimandosi completamente all’interno di questo mondo poteva impadronirsi di tutte quelle capacità e leggi che stanno non solo alla base dell’economia ma che allo stesso tempo muovono e regolano altri sistemi collegati in maniera indiscutibile quello economico come possono essere il sistema politico e geografico.

Volendo progettare qualcosa di diverso che non ci fosse stato prima d’ora, ha pensato di sfruttare il potenziale che indiscutibilmente è associabile alla rete internet, la quale risulta accessibile in maniera automatica a ciascuno di noi.

Dopo diverse analisi, è nato il progetto così tanto ambito, chiamasi SixthContinent.

Attraverso SixthContinent, Politi ha fortemente desiderato portare un cambiamento radicale all’ambiente economico non solo in Italia, non solo in Europa, ma a livello mondiale.

SixthContinent risulta essere un semplice social network che permette a chiunque, aziende, imprese o persone fisiche di iscriversi, inoltrare richieste di amicizie ecc, dotandosi così di tutte quelle caratteristiche che stanno alla base di un social network qualunque.

Ciò che lo diversifica da qualsiasi social network e che allo stesso tempo risulta essere un vero e proprio “scambio di affari” . E’ possibile acquistare qualsiasi prodotto esposto alla vendita.

Viene naturale porsi una questione, ma come funziona tecnicamente SixthContinent?

Ebbene SixthContinent, un progetto del tutto tecnologico si basa su un algoritmo “Mo.mo.sy.”che ha la capacità di poter eseguire una serie di calcoli al fine di poter dare un giudizio (e di conseguenza scegliere) se alcune aziende risultano a tutti gli effetti  buone o cattive utilizzando come indice la percentuale di ricchezza che sarà trattenuta dalle aziende per poi essere spostata e successivamente essere redistribuita a tutta la comunità che si è iscritta al social network SixthContinent.

Si può evincere che lo scopo principale di Fabrizio Politi è proprio quello di superare il sistema economico che caratterizza le maggiori multinazionali esistenti e che continuano ad avere un ruolo sempre più incisivo nell’economia internazionale.

Per questi motivi non si tratta di una figura imprenditoriale, bensì di un rivoluzionario con l’ambizione di dare a tutti l’opportunità di contribuire per un modo migliore, facile e produttivo

per tutti. Si cerca la proporzione, dare a chiunque ciò che si merita, con le proprie capacità, il proprio contributo e le proprie energie.

La visione di Fabrizio Politi pare utopistica e probabilmente sarebbe stata così se davvero non avesse messo in commercio online un disegno così ben elaborato come risulta essere l’idea di SixthContinent, oramai non più un’idea, ma una realtà esistente e funzionante!